Droits des passagers aériens sur le refus d'embarquement (surbooking)

Regole in materia di risarcimento e assistenza ai passeggeri

La legislazione europea tutela i viaggiatori aerei grazie alla normativa CE 261/2004, introdotto nel 2004. Disciplina le compensazioni pecuniarie che i passeggeri hanno diritto di ricevere dalla compagnia aerea se il loro volo è in ritardo, cancellato o overbooking.

In primo luogo, il Regolamento CE 261/2004 si applica a tutti i voli in partenza da un aeroporto dell'Unione Europea. Inoltre, si applica anche ai voli che atterrano nell'Unione Europea se operati da un vettore dell'Unione Europea.

I principi fondamentali in materia di compensazione in merito al volo

Si ha diritto a un risarcimento la cui somma dipende dalla lunghezza della tratta e destinazione del volo. Il regolamento tiene altresì conto delle circostanze della cancellazione, del ritardo o dell’overbooking.

L’overbooking è altresì definito come “sovraprenotazione". Queste due parole descrivono la stessa pratica commerciale che consiste nel vendere più posti di quelli effettivamente disponibili sull’aeromobile.

In caso di overbooking, le compagnie aeree hanno l'obbligo di fare appello a persone che rinuncino volontariamente al volo. Persone che non accettano di imbarcarsi sull'aereo sovraprenotato, tramite un accordo amichevole con il vettore aereo.
Quando il numero dei volontari non è sufficiente, allora la compagnia dovrà praticare il "negato imbarco". Alcuni passeggeri saranno costretti, contro la loro volontà, a prendere un altro volo.

Vols concernés
Départ du vol Vers un Pays de l'UE Vers un pays extérieur à l'UE
UE + Norvège, Island et Suisse Toutes les compagnies aériennes Companies aériennes d'un pays de l'UE uniquement
Autres pays Companies aériennes d'un pays de l'UE uniquement -

Particolarità : per le partenze da un aeroporto al di fuori dell'UE, le condizioni di risarcimento sono quelle del paese di partenza, se non ci sono norme in materia in questo paese

Si ha diritto al rimborso o a un volo alternativo e all’assistenza

In caso di negato imbarco, si ha diritto a una scelta tra un volo alternativo il prima possibile o il rimborso per la parte del volo che non è stato effettuata, come pure all’assistenza in attesa di un volo successivo:

  • Spuntini e bevande
  • Due canali di comunicazione (e-mail, fax, due telefonate)
  • Alloggio (e trasferimenti tra la sistemazione e l'aeroporto), se la partenza non può verificarsi fino al giorno successivo.

Se la cancellazione si trova in un punto intermedio (in opposizione alla nozione di "destinazione finale") e se non si intende proseguire il viaggio, si ha dunque diritto a un volo di ritorno verso l’aereoporto di partenza.

Si ha diritto al risarcimento

Montant de l'indemnisation
Trajet jusqu'à 1500 km 250 €
Trajet de 1500 à 3500 km 400 €
Trajet de plus de 3500 km 600 € *

* Casi particolari : per i voli verso i DOM (Dipartimenti d'Oltremare) e i TOM (Territori d'Oltremare), come Parigi Fort-de-France, Parigi Pointe-à-Pitre e Parigi Saint Denis (Riunione), il risarcimento ha un importo massimo di 400€.

Per saperne di più

Scopri tutti i dettagli della Normativa Europea n° 261/2004 che istituisce regole comuni in materia di risarcimento e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione o di ritardo prolungato del volo.